Un “dolmadaki” è uno degli involtini che cucinerete. Il plurale è “dolmadakia”.
La parola “dolmadaki” si compone dalla parola turca “dolma” che significa farcito o ripieno e dalla terminazione greca -aki che è il diminutivo. Così un “dolmadaki” è letteralmente un piccolo involtino farcito.
Inoltre quando si adoperano grandi foglie d’uva e gli involtini sono così piuttosto grandi, il piatto è denominato “dolmades” che è il plurale di “dolmas”.

Ingredienti (Per 5 persone)

– 1 tazza d’olio d’oliva
– 1/2 Kg. di cipolla tagliate
– 1 tazza di riso crudo
– 2 cucchiai di aneto
– 1 tazza d’acqua calda
– 1 cucchiaio di sale
– 1/4 di cucchiaino di pepe
– 50-60 foglie di vite fresche o un barattolo di 1/2 Kg.
– 1 limone

Preparazione:

Rosolare le cipolle in una padella contenente 1/2 tazza d’olio d’oliva, lasciare cuocere. Aggiungere il riso, cuocere coperto per 5 minuti. Aggiungere tutti gli altri ingredienti eccetto le foglie di vite, il limone e la mezza tazza restante d’olio di oliva. Lasciare cuocere lentamente per 5 minuti. Lasciare raffreddare. Risciacquare le foglie di vite nell’ acqua fredda. Se si i tratta di foglie fresche far bollire per 3 minuti colare e rinfrescare.

Disporle, le foglie con la superficie brillante sotto e mettere nel centro di ciascuna un abbondante cucchiaino del composto, ripiegare le foglie senza stringere troppo. Sistemarle a strati in una casseruola poco fonda. Spargere il succo di limone, la mezza tazza d’olio d’oliva e 1 1/2 tazza d’acqua calda. Posare un piatto sui “dolmadakia”, onde impedire che si aprano, coprire, lasciare cuocere lentamente a fuoco moderato per un’oretta. Lasciare raffreddare nella stessa casseruola.

Condividi su: Share on FacebookEmail this to someone